News

NUOVO BANDO PER L’AGRICOLTURA BIOLOGICA

Prevista una durata triennale degli impegni, in riferimento alle annualità 2021, 2022 e 2023.

La Misura sostiene l’adozione del metodo di produzione biologico, con lo scopo di:

– migliorare lo stato della biodiversità e la naturalità dell’ambiente, attraverso il divieto di impiego di prodotti fitosanitari e di fertilizzanti sintetici, anche mediante l’avvicendamento e la diversificazione colturale;

– contribuire al miglioramento della qualità delle acque;

– mantenere la fertilità naturale e il tenore in sostanza organica del suolo mediante l’impiego di fertilizzanti organici, il ricorso alle rotazioni colturali ed a lavorazioni che preservino la struttura del suolo, il reimpiego di prodotti aziendali in caso di allevamento secondo il metodo biologico.

Gli interventi previsti sono riconducibili alle seguenti operazioni:

Operazione 11.1.1 Conversione agli impegni dell’agricoltura biologica

fornisce un sostegno per compensare i maggiori costi e/o minori ricavi sostenuti dalle imprese agricole nel periodo di conversione al metodo biologico;

Operazione 11.2.1 Mantenimento degli impegni dell’agricoltura biologica

prevede la compensazione delle perdite di reddito subite nel periodo successivo alla conversione, nel quale le imprese agricole possono beneficiare della certificazione dell’organismo di controllo, al fine di evitare il ritorno all’adozione di pratiche agricole convenzionali.

Il bando è rivoto agli agricoltori in attività o alle associazioni di agricoltori attivi.

La qualifica di agricoltore in attività deve essere posseduta al momento della presentazione della domanda di sostegno e mantenuta per tutto il periodo di impegno.

Condizione necessaria per poter presentare domanda di sostegno in relazione all’Operazione 11.1.1 è quella di aver effettuato la prima notifica di produzione biologica entro e non oltre il 31 marzo 2021.

Per entrambi i suddetti interventi, è prevista una durata triennale degli impegni, a decorrere dal 11 novembre 2020 (su tutta la SAU, con possibile esclusione dei corpi aziendali separati).

Il bando, avente una dotazione finanziaria complessiva di 30 milioni di euro, è attivato in forma condizionata, stante il processo di approvazione in atto con la Commissione europea, riguardante il prolungamento al biennio 201-2022 del Programma di Sviluppo Rurale. Allo stato attuale le relative domande di sostegno è previsto possano essere presentate entro la scadenza del 17 maggio 2021 (seppure non sia da escludere la possibilità di proroga di tale termine al 15 giugno 2021).