CONOSCERE, INNOVARE, SVILUPPARE: la consulenza aziendale entra in campo

Presentato in attuazione della Misura 2, Operazione 2.1.1 – Servizi di consulenza – del PSR 2014-2020 Regione Piemonte, il progetto si pone l’obiettivo di fornire agli imprenditori del settore agricolo, agro-alimentare, zootecnico e forestale, gli elementi necessari affinché possa essere acquisita consapevolezza delle specifiche problematiche, delle relative minacce e possibili aree di miglioramento aziendale, nonché delle opportunità di sviluppo, così da costituire un reale ed efficace supporto al processo decisionale in ambito aziendale.

Il progetto si configura come uno strumento che opera nell’ambito dei seguenti macro-temi:

  • incremento della produttività aziendale con la proposta di consulenze volte a favorire l’ammodernamento dei processi, la prevenzione e gestione dei rischi aziendali, la diversificazione delle attività e l’individuazione di strategie/soluzioni per migliorare il posizionamento sul mercato;
  • gestione sostenibile delle risorse naturali, in particolare suolo e acqua, integrazione della gestione degli agroecosistemi in relazione agli ecosistemi naturali, promozione e potenziamento della biodiversità, miglioramento ed ottimizzazione dei processi di allevamento, incremento del benessere animale.

Coerentemente con quanto previsto dall’articolo 5 del Reg. UE 1305/2013, il progetto propone servizi di consulenza che determinano una crescita del livello di conoscenza nel settore agricolo, agro-alimentare e forestale, così da favorire l’innovazione, l’incremento della reddititività e della competitività delle aziende in relazione ad un mercato in evoluzione ed alla luce delle potenziali minacce conseguenti ai cambiamenti climatici e socio-economici in atto, anche per effetto dell’emergenza epidemiologica. Gli interventi pianificati focalizzano parte delle consulenze offerte sull’ottimizzazione dei processi produttivi, sul miglioramento del benessere animale, sulla creazione di nuove filiere e sul rafforzamento di quelle esistenti, per valorizzare le eccellenze delle produzioni locali in una dimensione di gestione sostenibile, preservando le risorse naturali, la biodiversità e le funzioni erogate dagli ecosistemi naturali.

Le aziende è previsto siano supportate, per effetto della costituzione di una capillare rete consulenziale che vede il coinvolgimento sinergico di soggetti quali: Coldiretti, l’Associazione Regionale Allevatori del Piemonte, l’Asprocarne Piemonte e Ue.Coop Piemonte,  da tecnici qualificati che le accompagnano durante tutto il servizio anche grazie all’utilizzo di strumenti informatici online, così da garantire una costante e pronta risposta alle esigenze espresse. Lo staff di consulenti è costituito da personale formato specificamente sulle differenti tematiche affrontate dal programma.

I servizi di consulenza si articolano in sopralluoghi presso le aziende, con la raccolta dati ed il confronto diretto con l’imprenditore, con lo scopo di giungere alla definizione delle soluzioni più idonee alle problematiche rilevate.

I servizi di consulenza abbracciano tutti i campi delle filiere produttive in cui sono inserite le aziende del comparto agricolo piemontese e vertono sui temi definiti dalle Priorità, Focus Area e ambiti individuati dal Reg. EU n. 1305/2013:

  • Ambito di consulenza a): tutela delle acque (protezione dall’inquinamento da nitrati, protezione delle acque sotterranee, fasce tampone lungo i corsi d’acqua, procedure di autorizzazione per l’uso di acqua irrigua); tutela del suolo e stoccaggio del carbonio (coperatura minima del suolo, protezione dall’erosione), biodiversità (tutela della fauna e degli habitat), tutela del paesaggio (riqualificazione del paesaggio agrario).
  • Ambito di consulenza b): le pratiche agricole benefiche per il clima e l’ambiente (diversificazione delle colture, mantenimento dei prati e dei pascoli premanenti, istituzione di aree ad interesse ecologico);
  • Ambito di consulenza c): misure a livello di azienda volte all’ammodernamento aziendale, al perseguimento della competitività, all’integrazione di filiera, compreso lo sviluppo di filiere corte, all’innovazione e all’orientamento al mercato nonché alla promozione dell’imprenditorialità;
  • Ambito di consulenza d): requisiti per attuare quanto previsto dalla Direttiva quadro sulle Acque (gestione delle pratiche agricole nelle Zone vulnerabili ai prodotti fitosanitari, aree di salvaguardia delle acque destinate al consumo umano);
  • Ambito di consulenza e): corretta gestione e utilizzo dei prodotti fitosanitari, tecniche di lotta integrata, difesa integrata e difesa biologica;
  • Ambito di consulenza f): norme di sicurezza sul lavoro e norme di sicurezza connesse all’azienda agricola;
  • Ambito di consulenza l): misure rivolte al benessere ed alla biodiversità animale;
  • Ambito di consulenza m): profili sanitari delle pratiche zootecniche.

 

Le consulenze offerte sono fornite con differenti gradi di approfondimento, in funzione delle specifiche esigenze dell’azienda:

  • livello base (acquisizione delle conoscenze legate al miglioramento ed ottimizzazione delle tecniche già adottate a livello aziendale, nonché agli adempimenti normativi di riferimento);
  • livello specialistico (introduzione di elementi innovativi nei processi/pratiche già presenti in azienda)
  • livello specialistico per la riconversione aziendale (introduzione di un processo produttivo e/o servizio nuovo per l’azienda).

La durata di ogni singola consulenza, nel rispetto dei limiti fissati dal bando, è definito sulla base delle necessità espresse e degli obiettivi che si intendono raggiungere.

In applicazione dei parametri fissati dall’Operazione, il costo del servizio di consulenza è stabilito in €uro 54,00/ora + IVA.

La quota di competenza dell’impresa è pari al 20% dell’imponibile, oltre all’imposta sul valore aggiunto.

La restante parte, corrispondente al 80% del valore della prestazione, è finanziata dai fondi del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Piemonte.

 

PSR & Innovazione Piemonte è presente in tutte le province della regione e attraverso l’adozione di un approccio bottom-up (dal basso verso l’alto) offre servizi di supporto ed accompagnamento alle imprese agricole, agro-alimentari, zootecniche, forestali, della pesca ed acquacoltura, attraverso l’impostazione di una consulenza strutturata su misura in base agli effettivi fabbisogni rilevati a livello aziendale.

Quattro le principali fasi in cui si articolare il servizio di consulenza offerto:

  1. attività di analisi ex-ante finalizzata ad individuare, stante le esigenze/necessità espresse dall’impresa sia il livello di consulenza sulla base del quale si articola il servizio, che le modalità di intervento;
  2. erogazione del servizio di consulenza;
  • predisposizione ed elaborazione del report finale, contenente gli esiti della consulenza prestata;
  1. confronto a livello aziendale ed eventuale aggiornamento dell’elaborato finale.

Lo staff tecnico dei consulenti che mette a disposizione PSR & Innovazione Piemonte è in grado di offrire assistenza in riferimento a tutti gli ambiti di intervento e gradi di approfondimento; per saperne di più clicca qui

 

P.S.R. 2014-2020 Regione Piemonte

Misura 2, Operazione 2.1.1 – Servizi di consulenza aziendale

Progetto “K.I.D. Conoscere, Innovare, Sviluppare”